La storia

La scuola > La storia

IL FONDATORE  DEL PRIMO ISTITUTO PROFESSIONALE PER SORDI DI TORINO
CAV. GIUSEPPE GRANAGLIA


Giuseppe Granaglia nacque a Torino il 28 aprile 1882. All’età di 14 anni, per un’infezione di scarlattina, perse completamente l’udito e per questo motivo dovette proseguire gli studi nel Regio Istituto dei Sordomuti di Torino dove apprese il mestiere di tipografo.
Esordì poi nelle Associazioni dei Sordomuti Torinesi, promuovendo iniziative a favore dei sordi. Granaglia fu nominato Segretario dell’«Associazione Paolo Basso», incarico che svolse con competenza per oltre 40 anni.
Partecipò a numerosi convegni organizzati dalla Federazione Italiana delle Associazioni fra i Sordomuti e dall’Unione Sordomuti Italiani, contribuendo con le sue teorie all’evoluzione della formazione professionale dei sordomuti e del loro collocamento lavorativo.
Nel 1946 Granaglia fu uno dei due Vice Presidenti dello storico Congresso dei Sordomuti di Milano durante il quale venne sancita l’unità dei sordi nell’ENS e nel 1950 ebbe l’incarico di Delegato Regionale ENS del Piemonte (Asti, Alessandria, Cuneo, Novara e Vercelli).
Per il suo impegno costante sulla formazione dei Sordi, Granaglia ottenne dal Comune di Torino, nel 1949, la donazione di un terreno per costruirvi l’Istituto Professionale ENS di Meccanica. Egli stesso ne fu il direttore dal 1954 al 1968, e pertanto è ricordato come Fondatore e Primo Direttore di detto Istituto.
Il 2 giugno 1956 l’allora Capo dello Stato, Giovanni Gronchi, conferì a Giuseppe Granaglia il Cavalierato al merito della Repubblica Italiana.
Già nel 1951 Granaglia aveva ricevuto un altro notevole riconoscimento pubblico, il Cavalierato di San Silvestro Papa.
Granaglia lasciò la vita terrena, alla bella età di 88 anni, il 23 febbraio 1970.

 

Il Cav. Granaglia desiderava ottenere un potenziamento di istruzione e di cultura nell’iter scolastico dei sordi, eliminare i vecchi mestieri che i sordi continuavano a fare e che li relegavano nella categoria più bassa della scala dei lavori sociali, e che la sua città, il capoluogo della meccanica, divenisse il primo centro in Italia di una Scuola Professionale Superiore in questo settore.
Nell’anno scolastico 1956/57 ha inizio il primo corso con la collaborazione della FIAT che fornisce tecnici esperti ed attrezzature didattiche. L’Istituto accoglie i sordi di ogni regione d’Italia che desiderano imparare a fare il meccanico.
I sordi si avviano all’apprendimento della meccanica in un primo tempo come sperimentazione e successivamente con un corso regolare ben composto, organizzato e potenziato.
La scuola comprende tre corsi così articolati:
• corso di preparazione annuale
• corso di addestramento  annuale
• corso biennale di   qualifica
Dall’ anno 1956-57 Scuola e Convitto, gestiti dall’ENS, iniziarono a convivere e a formare Aggiustatori Meccanici, Tornitori Meccanici, Disegnatori Meccanici     con qualifiche rilasciate dal Ministero del Lavoro.
Nel 1963    La scuola italiana è in evoluzione L’Istituto Professionale per la Meccanica ENS di Torino PASSA al Ministero della Pubblica Istruzione   e prende la denominazione di ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L’INDUSTRIA E L’ARTIGIANATO  I.P.S.I.A. “A. MAGAROTTO” Scuola coordinata per la meccanica Nel 1973  L’ I.P.S.I.A. apre le porte ai soggetti udenti creando una scuola mista.

IL SOGNO DEI SORDI ITALIANI SI É REALIZZATO:
FREQUENTARE UNA SCUOLA SUPERIORE CON LE STESSE MODALITÀ  DI OGNI CITTADINO ITALIANO


Negli anni ottanta l’I.P.S.I.A. inserisce i corsi del settore commerciale
Nascono i corsi di post qualifica dei settori meccanico  e commerciale; l’edificio di Via Arnaldo da Brescia diventa insufficiente ad accogliere il numero degli studenti così le attività teoriche vengono spostate nell’edificio di Via Ardigò,17 mentre le attività pratiche restano nella sede principale. Nel 1991 per poter unificare le attività pratiche e teoriche,  l’IPSIA ottiene dal Comune di Torino l’edificio sito in Via Monte Corno, 34.

Dal 1° settembre 2000, in seguito all’attuazione del piano di dimensionamento previsto dal D.P.R. 233 del ’98, l’Istituto fa parte dell’I.S.I.S.S., Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi,